mercoledì 25 febbraio 2015

Una mitologia personale

 

Vivere tra la gente è sentirsi foglia sbattuta. Viene il bisogno di isolarsi, di sfuggire al determinismo di tutte quelle palle di bigliardo. Così ognuno di noi possiede una mitologia personale (fievole eco di quell'altra) che dà valore, un valore assoluto,al suo mondo più remoto, e gli riveste povere cose del passato con un ambiguo e seducente lucore dove pare, come in un simbolo, riassumersi il senso di tutta la vita.

CESARE PAVESE
Feria d’agosto

 

Vettriano - Yesterday's dreams

Nessun commento:

Posta un commento