mercoledì 27 gennaio 2016

L’inferno

 

Nel suo libro su Auschwitz, “Se questo è un uomo”, Primo Levi riporta il seguente avvenimento. Aveva molta sete, una candela di ghiaccio pendeva fuori dalla finestra, tese la mano e ruppe il ghiacciolo. Dall'esterno una guardia tedesca gli strappò il ghiacciolo dalle mani. Levi domandò alla guardia «Warum?» (Perché?) Non è neanche un bicchiere d'acqua, non è che un ghiacciolo. La guardia rispose «Hier ist kein warum» (Qui non c'è alcun perché). L’inferno è il luogo dove non ci sono «warum».

EDWARD BOND
Edward Bond e il bambino drammatico

 

Levi

Nessun commento:

Posta un commento