lunedì 7 novembre 2016

I castelli dell’avvenire

 

Come sempre suole accadere in un lungo viaggio, alle prime due o tre stazioni l’immaginazione resta ferma nel luogo da dove sei partito, e poi d’un tratto, col primo mattino incontrato per via, si volge verso la meta del viaggio e ormai costruisce là i castelli dell’avvenire.

LEV TOLSTOJ
I cosacchi

 

Nessun commento:

Posta un commento